mercoledì 28 settembre 2011

Il Volo

Foto di Carlo Rinaldi
Non ho le ali e non riesco mai a staccarmi da terra. 
Se le avessi, se le potessi usare, cercherei la fine del rettilineo, eviterei per una volta la piega e cercherei di finire quello che ho cominciato mille volte.
Il Volo.

domenica 18 settembre 2011

La mia "normalità"

”...io non sono un disabile ma, semplicemente, una persona senza gambe..."
                                                                                                              - Oscar Pistorius -


Quando sono entrato nell'aula, niente di meno che all'autodromo internazionale del Mugello, ho avuto la tremarella. Davanti a me un bel gruppo di persone sulla sedia a rotelle. E un vecchio compagno di scuola, con un bastone. Sono arrivati tutti per un corso di guida sicura dedicato alla disabilità (che parola orribile)  che io e i miei amici di Area Safe, insieme alla Renault e alla Senese, abbiamo avuto l'onore di organizzare  per conto di un'associazione molto nota, da queste parti: Spingi la Vita. Ho parlato in molte occasioni, in pubblico, ma quando mi sono trovato in piedi, davanti a loro, ho sentito il peso della mia anormalità. 
Ero in piedi. 

venerdì 16 settembre 2011

La sordomuta


"Ma, dicevo io, che cosa vale che impari a parlare lei se io i segni non li so fare?" 
Edmondo De Amicis - Cuore (1888)
Maggio - La sordomuta


Il profumo delle pastarelle mi è entrato di colpo nel naso. Sono i vantaggi del girovagare in moto, di mattina presto, nel centro di Firenze. Cerco un bar buono e pattuglio la zona stadio alla ricerca di un'insegna o di un venditore ambulante in posa statica alla porta di qualche locale attraente : ho una vista eccezionale ma la memoria fa piuttosto schifo.

sabato 10 settembre 2011

Alle foci del Tevere e Montefeltro

"E' bello se puoi arrivare in un posto dove trovi te stesso"
                                                                                                                              - Tonino Guerra -

La copertina è questa. La copertina siamo noi...
Quando entro in autostrada è maledettamente tardi. Saranno le nove e mezzo suonate, giusto l'ora che avevo stabilito per l'incontro a Pontassieve col Seba, al secolo Sebastiano Focardi, unico esemplare di kappatiemmista ancora integro che io conosca.

La storia (in)finita...


Strada bianca in bianco e nero
Segue da qui

La luce decisa del mattino sembrava aver trasformato la mulattiera in un cammino definito. La via era di fatto spianata: cominciava con un rettilineo senza fine e anche se sterrato, il fondo appariva battuto, almeno fino alla prima curva; semmai ci fosse stata. 
Si poteva fidare.

sabato 3 settembre 2011

Risveglio inatteso... (la cispa?)

Foto di Panios Taliadoros
Continua da qui

Sbatacchiò forte la testa contro il tirante della tendina, così forte che pensò di essere stato colpito da qualche brigante che lo stava derubando. Avere l'abitudine di dormire nel sacco a pelo insaccato come una salsiccia non l'aiutò e pensò, anzi, che un complice del bandito lo tenesse fermo. Fortuna che una luce grigia filtrava e non appena le palpebre ebbero la meglio sulla cispa gli fu chiaro che nel suo igloo di tela non si era infilato proprio nessuno, eccezion fatta per un cazzo di grillo canterino che gli aveva scartavetrato le parti molli prima di finire catturato nel bicchiere del thermos.